Tuesday 15th October 2019
x-pressed | an open journal
April 1, 2013
April 1, 2013

Da parole travisate ad un governo travisato

Author: Thomas Tsalapatis Translator: Myrsini Dogani
Source: EfSyn  Category: On the crisis
This article is also available in: elenesfr
Da parole travisate ad un governo travisato

George Orwell, "1984": the three slogans of the Party written in elegant letters on the pyramid of the Ministry of Truth

Il 6 e 7 marzo 2013, la Polizia Greca ha arrestato 132 tossicodipendenti che dopo sono stati trasferiti in un Centro di Detenzione per Immigrati. “Operazioni come questa continueranno al fine di affrontare il problema della droga e valorizzare il centro della citta ”, dichiara la polizia (effetivamente, la Polizia ha dimenticato di citare che ,nel frattempo, il Servizio Pubblico della Sanita e’ minato e senza fondi, OKANA [1] progressivamente sospende le sue operazioni a causa della mancanza di finanziamenti, e del fatto che I spaccciatori si muovono liberamente nel centro della citta. Il Centro Nationale delle Operazioni Sanitarie ha dato una mano agli arresti infondati, alle registrazioni e dale visite mediche obbligatorie dei tossicodipendenti . Una serie di organizzazioni greche ed internazionali hanno condotto questa collaborazione. Il proggeto ha preso il nome di “Thetis”.

Nel frattempo, l’Insegniamento Superiore si restringe.Il numero degli studenti è ridotto del 25% circa e varie discipline sono abolite. Nell’ambito di una logica che fa riferimento alla conoscenza in senso pratico e prettamente commercial, le Scienze Umane sono emarginate. Il proggeto ha preso il nome“Atene”.

Thetis era figlia di Nereo e madre di Achille.NelI Iliade, appare come una madre premurosa, come simbolo di carita’ (a causa del modo in cui tratta suo figlio). Oggi, come in una traduzione paradossale della Grecia antica, una figura cosi protettiva incarna la percecuzione, l’esclusione e la deportazione dei deboli e dei danneggiati. In questa traduzione paradossale, la accompagna la Dea della Sapienza. Lei e’ incaricata della demolizione della educazione pubblica. Il trittico si completa con la partecipazione di Xenios Zeus [2],il protettore degli stranieri , che oggi scaccia gli stranieri, depositandoli in campi di concentramento ed a volte anche torturando li.

Per il governo, questa denominazione paradossale, simbolizza la versione contemporanea dei festeggiamenti della “virtu militare” [3], una parata di parole e significati rovesciati. Il governo transforma I suoi atti in eroismo chiamandoli come eroi antichi (persino come luoghi).I cannoni ad acqua che usa la polizia contro I manifestanti si chiamanno Ajax [4];, il piano per gestire I rifugiati che vengono dalla Siria durante la guerra si chiama “Ioni” (nome antico di Gaza), mentre Arianna [5] si chiama il piano contro le frodi assicurative. Questi progetti, questi piani cercano di ottenere prestigio dai loro stessi nomi. Dal presente, tornano al mito originale della formazione della nazione. Il ritorno all’ antichita rivendica goffamente a leggitimare gli atti del governo .Perchè il passato epico esiste solo nell’immaginario, dove non c’è spaccio per argomenti in contro. Non discute, soltanto dichiara in un modo assoluto, attraverso la gloria e la fama che porta la distanza. Questa asimmetria comica, e la disarmonia delle misure travisa le palore ed il passato.

I nomi ,che ha dato il Ministero greco della “Verita”, non solo non sono in grado di descrivere, ma dichiarano precisamente il contrario. Non affrontiamo soltanto un abuso,ma una letteralita’ invertita, una caccia nella direzione opposta e, nello stesso tempo assistiamo alla dimostrazione di forza di un potere autoritario. I nomi non descivono gli obiettivi, anzi rappresentano l’ indifferenza assoluta verso l’etica dei obiettivi veri, quelli che si trovano dietro dei nomi. Questo dizionario spietato battezza oggetti e fatti non per descriverli ma per esercitare potere su questi nomi. Quando gli opposti sono uguali, la diversita’ ed il dialogo si cancellano e allora il risultato si conosce a priori. In questo dizionario la protezione e la pena sono identiche: Da parole travisate passiamo ad un governo travisato

Nella Grecia della crisi, il linguaggio intero sembra che sia tra le virgolette. Una banda criminale si chiama partito politico, accoltellare immigrati si chiama attivismo di destra, persone si chiammano cladestine, le torture ai quartieri generali ed ai comnissariati di polizia si chiamano riforma e correzione. Il Ministero della Protezione Civile rapisce civili in Skouries. Le donne sieropositive si chiamano pericolo per la salute pubblica. Al posto di aiutarle e trasferile in ospedali, i Media le mettono alla gogna e poi buttate in celle piene d’acqua, con topi e gatti (infatti, mi domando se esistono parole abbastanza forti per recuperare queste donne che sono state unanimemente prosciolte dopo tanti mesi di detenzione ,ma dimentico che in casi simili, I mezzi di comunicazione e i governi d’austerita’utilizzano le parole in modo da diffamare). Nella Grecia del “Memorandum”, la vittima si descrive come se fosse risponsabile, colpevole e autore. La Condanna si battezza come una Benedizione.

Sembra che, in questi giorni, cercare il senso letterale delle parole costituisca un atto di dignità. Nella Grecia della crisi, parlare letteralmente significa resistere.

 

[1] Organizzazione contro la droga.

[2] Xenios Zeus è il dio dell’ ospitalita.

[3] Festeggiament iorganizati durante la giunta militare. Parate kitsch con triremi antichi e simboli della dittatura o della Chiesa.

[4] Eroe antico greco dell’ Iliade.

[5] Secondo la mitologia greca è la figlia del Re Minosse di Creta. E’ associataai labiriti ed ai dedali a causa del suo coinvolgimento nel mito di Minotauro e Teseo.

This article is also available in:

Translate this in your language

Like this Article? Share it!

Leave A Response